Adsboel.net

Adsboel.net

Paasilinna da scarica

Posted on Author Juzshura Posted in Autisti

  1. Il figlio del dio del Tuono
  2. Il Migliore Amico Dell’orso – Arto Paasilinna EPUB
  3. Altri titoli da considerare
  4. Piccoli suicidi tra amici

Ma cosa succede se il fienile scelto per «il botto finale» è già occupato da un colonnello a riposo risoluto Parola di Paasilinna. Scarica la postfazione in Pdf. Una sera, tornando in macchina da un servizio fuori città con un amico fotografo, investe una pdf Scarica l'incipit in Pdf Arto Paasilinna, L'anno della lepre p. E' morto a 76 anni Arto Paasilinna, scrittore e giornalista, autore de L'anno della lepre. Era malato da tempo. Scrittore finlandese, con un passato da giornalista, poeta e guardiaboschi; autore -culto in Finlandia, dove ogni suo libro ha superato sempre le copie.

Nome: paasilinna da scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 67.73 MB

Una sera, tornando in macchina da un servizio fuori città con un amico fotografo, investe una lepre, che fugge ferita nella campagna. Un libro-culto nei paesi nordici che ha creato un genere nuovo: il romanzo umoristico-ecologico Suggestionata dal luogo e ancor È incentrato sulla figura di Gervaise, lavandaia e poi stiratrice, il cui impossibile riscatto dalla miseria si riflette nel destino di uomini Esaltato come lo Shakespeare del romanzo, paragonato a Omero da un grandissimo rivale come Dostoevskij, artefice, secondo Rimbaud, di un linguaggio simile per intensità a quello della poesia, Victor Hugo fu ritenuto il più grande scrittore in prosa della sua generazione.

Adorato dai lettori contemporanei per la terribile bellezza dei suoi libri, Hugo,

L'ironia di Paasilinna la incamero ma non riesco a farla mia, raramente scoppio a ridere senza preavviso, più facilmente sorrido e penso "Ah, che forte". Come se entrassimo in una dimensione parallela e tempo qualche secondo qualche pagina , iniziassimo a sentirci a nostro agio, come se quella fosse la nostra quotidianità. E questo mi piace! Un manipolo di aspirati suicidi autonominati Libera Associazione di Morituri Anonimi decide di progettare un suicidio di massa gettandosi da una scogliera a bordo di un pullman che verrà battezzato La Saetta della Morte.

Ho tenuto duro sperando in un colpo di scena che mi smentisse. Il colpo di scena non è arrivato ed il libro è terminato in modo banale. E' notorio che il suicidio sia una piaga in Finlandia e, più in generale, in tutta la Scandinavia.

In questo libro viene affrontato il problema del suicidio con un'ironia magistrale, raffinata e davvero unica. Attraverso un gruppo di aspiranti suicidi, l'autore realizza un raro inno alla vita che consiglio davvero! Questo libro vi lascerà molto a fine lettura. E' il più bel inno alla vita che mi sia mai capitato di leggere.

Senza passsare attraverso moralismi di nessuna natura,Paasilinna costruisce un romanzo perfetto, utilizzando un linguaggio chiaro,ironico,per intessere una trama ai confini con l' assurdo e per questo indirettamente realistica,tanto da trascinare il lettore dentro un proprio percorso, finalizzato alla riscoperta del proprio senso del sè.

Questo libro per me è stato una grossa delusione, ho davvero faticato a finirlo. L'avevo scelto per provare un genere lontano dalle mie solite letture e forse sono partita un po' prevenuta, ma di tutto il libro sono riuscita a sorridere solo in due parti. Ho trovato interminabile tutta la parte centrale in cui descrive le assurde ma per me non abbastanza da renderle interessati vite degli aspiranti suicidi e il finale banale e prevedibile.

Mi spiace perché probabilmente sono io che non sono riuscita a comprendere questo tipo di humour. Il solo capitolo sulla partita a carte nel quale i protagonisti si giocano le anime dei loro compagni meriterebbe tutti i premi del mondo!

Romanzo con uno sprint iniziale inarrestabile, lettura impossibile da frenare. La seconda parte rallenta, sembra divagare anche con digressioni poco attinenti alla storia, ma che hanno il loro significato nella poetica di Paasilinna. In totale, super apprezzato, anche se avrei preferito un finale diverso. Un libro di pungente ironia che presenta dei personaggi stereotipati, ai limiti della caricatura, prigionieri ciascuno delle proprie manie e particolari visioni del mondo, sconfitti nella vita quotidiana, alla perenne ricerca dell'eterno riscatto.

Ho iniziato la lettura con davvero molto entusiasmo e la storia mi ha preso fin da subito. Le vicende iniziali, tra il tragico e l'assurdo, mi hanno tenuto attaccata alle pagine per scoprire cosa sarebbe accaduto. L'umorismo sottile, ma tagliente, del romanzo è divertente, ma al tempo stesso amaro: vuole evidenziare come qualcosa di assurdo possa diventare banale e viceversa, considerando i dettagli.

I protagonisti prendono delle decisioni che li porteranno, ben presto, a formare un gruppo male assortito di persone con lo stesso scopo: all'interno di questo gruppo si instaurano particolari dinamiche relazionali, e capita spesso che il gruppo agisca come un solo corpo, in una prospettiva di mentalità condivisa. Al tempo stesso, ci sono le vicende individuali che l'autore ci accompagna a conoscere: spesso rasentano l'assurdo, altre volte, invece, sono talmente reali da poterle percepire.

Cito la postfazione, peraltro scritta benissimo, che ritrae in maniera egregia le sensazioni che il romanzo trasmette. Diego Marani, postfazione. Il titolo mi ha impressionato subito, visto quello che si legge spesso nei giornali. Ma visto l'autore che conoscevo benissimo mi sono fidata del mio istinto e ho acquistato il libro. Letto durante le vacanze, lontana da stress e altro Ridere e ancora ridere Confesso di essermi avvicinato a questo libro durante un Salone del libro a Torino di qualche anno fa attratto dall'insolita forma dei libri di Iperborea, casa editrice ormai tra le mie preferite.

Il viaggio surreale messo in piedi da tre aspiranti suicidi conosciutisi per caso insieme ad altri aggregatisi in seguito grazie ad un annuncio si trasforma in una esilarante ricerca del suicidio di massa perfetto.

Il figlio del dio del Tuono

Davvero insuccessi, stress e solitudine possono togliere la voglia di vivere? E se la vita cerca di ostacolare i tuoi piani e avere il suo spazio perché fermarla? Il libro di Arto è il nostro primo alleato contro di essa, ci fa capire che anche nei momenti più oscuri non siamo mai soli perché ci sono tanti casi come il nostro. Facciamo finta che io voglia scrivere una recensione interessante e appropriata su questo romanzo ma che a un certo punto ne scriva una talmente lunga da far dimenticare quanto di buono fatto in precedenza.

Questo è quanto accaduto a me durante la lettura.

Un'idea interessante, originale e ironica realizzata in un'opera, secondo il mio modesto parere, prolissa che perde la sua efficacia strada facendo. E diventa quasi noiosa e ripetitiva. Inoltre sono troppi anche i personaggi spesso abbozzati e non meglio definiti. Ma davvero originale l'idea iniziale.

Parte a razzo e.. Alla prossima forse! Cosa accade quando due uomini decidono di suicidarsi e scelgono lo stesso luogo? Ve lo spiega questo romanzo. I due cominciano a parlare dei motivi che li stavano per spingere a togliersi la vita e tra una chiacchiera e l'altra si accordano: decidono di fondare un'associazione dove gli aspiranti suicidi possano conoscersi e aiutarsi nell'intento.

Dopo la pubblicazione di un annuncio, più di seicento persone rispondono e decidono tutti assieme di affittare un autobus e partire insieme.

Inizia molto bene, si perde un po' a metà libro Dopo averlo conservato per quasi un anno nella mia libreria, ho finalmente letto questo libro e, dopo letture più o meno pesanti e impegnative, ho passato dei giorni piacevolissimi in compagnia di una storia leggera e frizzante ma non per questo meno geniale. Onni riesce appena in tempo a fermare il colonnello e i due iniziano a discutere sui motivi e i problemi che li hanno portati a quella decisione. Riscoprendosi affini e non soli nelle loro disgrazie, i due diventano immediatamente amici.

Pubblicano un annuncio su un giornale e inaspettatamente ricevono tantissime risposte, molte di più di quante se ne aspettassero. Decidono quindi di noleggiare un autobus e di partire per uno stravagante viaggio attraverso la Finlandia.

Paasilinna è stato capace di creare una storia spassosa pregna di ironia sottile e raccontata con linguaggio fresco. Al di là del finale che mi ha lasciato un non so che di negativo e del centinaio di pagine che secondo me potevano essere tagliate, questo romanzo mi ha fatto ridere, riflettere, divertire e poi di nuovo riflettere. Lo consiglio a chi cerca una lettura non impegnativa e divertente ma allo stesso tempo significativa. In anni complicati come quelli che stiamo attraversando, su questa terra dove tutto è incertezza, dove la morte e l'irrazionalità sono all'ordine del giorno mi sono ritrovata a ridere leggendo di aspiranti suicidi che cercano la vetta più alta per morire in compagnia ma vengono continuamente raggiunti dalla loro peggior nemica, la vita.

Paasilinna ribalta i nostri pensieri e con leggerezza ridimensiona tutto. Solo apparentemente in tale romanzo si scherza con la morte — come sembra suggerire il tono del titolo.

Il Migliore Amico Dell’orso – Arto Paasilinna EPUB

La caricaturale efficienza finlandese, che si mostra anche in una situazione limite come quella della ricerca collettiva della morte, vi farà riflettere, gioire, ed intristire pestare al tempo stesso.

Assolutamente consigliato! E' la prima volta che mi interfaccio con la letteratura finlandese e devo dire che non ne sono rimasto deluso Libro molto particolare, con un taglio fortemente ironico e con aspetti quasi noir Che dire, per chi cerca qualcosa di diverso e molto ben scritto, è assolutamente consigliato.

Questo è il terzo libro che leggo di Arto Paasilinna. Il suo taglio ironico è sempre molto forte e chiaramente visibile.

Altri titoli da considerare

Pur trattando un argomento pesante come il suicidio riesce a far trasparire ironia. Come primo approccio ad una letteratura del nord europa è il minimo che si possa consigliare! Un viaggio alla ricerca della morte per ritrovar la vita, narrato con grande ironia da questo autore finlandese.

Le adesioni sono numerossissime! Partioranno quindi per un viaggio attraverso al Finlandia, che avrà un esito insperato" Eleonora, Milano. Due aspiranti suicidi si incontrano e decidono di pubblicare un annuncio per trovare chi come loro non vede più speranze. Le adesioni sono numerosissime! Partiranno quindi per un viaggio attraverso la Finlandia, che avrà un esito insperato.

Un romanzo brillante e inaspettatamente divertente. Romanzo brillante, scorrevole, spesso surreale ma sempre pieno di ironia e di vivacità a firma Arto Paasilinna. Si sono incontrati ad un seminario di Suicidologia perchè volevano dare un taglio alle loro vite Un viaggio in pullman per l'Europa alla ricerca di un luogo adatto all'atto estremo oppure del vero significato della vita. Ci sono momenti, nella vita, in cui sembra che l'unica possibilità sia farla finita con questo mondo.

Per quanto soli ci si senta magari altri sono nelle stesse condizioni, allora perchè non organizzarsi per celebrare un dignitoso suicidio collettivo? Un viaggio rocambolesco che scatena cambiamenti in ciascuno, perchè la vita a volte decide di "farsi viva" proprio quando abbiamo perso le speranze.

Si sono incontrati ad un seminario di Suicidologia ed hanno deciso che le loro piccole vite dovevano avere un termine Ma l'unione di tante vite, più o meno disgraziate, porta ad un epilogo veramente inaspettato. E se il luogo prescelto per togliersi la vita fosse già occupato da un aspirante suicida?

E se i protagonisti di questo macabro incontro stringessero amicizia? E decidessero di organizzare un viaggio alla ricerca dello strapiombo perfetto per farla finita? Cosa accadrebbe se durante questo luttuoso cammino la Vita decidesse di "farsi viva"?

Ironia sottile e tagliente come una lastra di ghiaccio Vuoi mangiare in libreria? Vieni da Red! Conosci Carta Più e MultiPiù? Possiedi già una Carta? La memoria di Ba Christelle Dabos.

Piccoli suicidi tra amici

Lontano dagli oc Clicca per vedere tutti gli ebook di Arto Paasilinna. EPUB I. Ultimi libri.

Il lato oscuro — Cate Tiernan — epub. Forza del Male — Cate Tiernan — epub. Il codice debussy — Lorenzo Della Fonte — epub. Il giorno dello sciacallo — Frederick Forsyth — epub.

I mastini della guerra — Frederick Forsyth — epub. Sebastian — Cesare Picco — epub. Libri a caso. Voglio una vita a forma di me — Julie Murphy — Per sempre insieme — Jessica Sorensen — epub. In mare aperto — Clive Cussler — epub.


simile