Adsboel.net

Adsboel.net

Scarica elettrica mortale

Posted on Author Gronos Posted in Internet

Scarica accidentale di una corrente elettrica sull'organismo umano (nell'uso comune detta scossa o scossa elettrica), che può avere effetto mortale o essere. Quale scarica elettrica può uccidere? L'effetto della corrente elettrica non dipende dal voltaggio, che misura la differenza di potenziale elettrico, ma. La folgorazione (o elettrocuzione) è un fenomeno per il quale una scarica accidentale di corrente elettrica provoca sul'organismo umano. Si sa che la corrente elettrica è molto pericolosa perché invisibile, silenziosa e una corrente di 50 mA (milliampere) potenzialmente mortale.

Nome: scarica elettrica mortale
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 45.17 MB

Stessa procedura deve essere posta nel riempire o rabboccare con acqua la caldaia del ferro da stiro. Cosa non fare: Evitare il contatto con apparecchiature elettriche, collegate alla rete elettrica, con mani e piedi bagnati, e non utilizzare apparecchi elettrici in ambienti molto umidi o su superfici bagnate.

Non tentare di introdurre forzando le spine con standard diversi dalla corrispondente presa. Non tenere i portalampada senza lampadina inserita, specialmente quelle facilmente accessibili come bajour o portalampade da tavolo, perché in questo modo si lasciano pericolosamente scoperti degli elementi elettrici in tensione. Non lasciare piccoli elettrodomestici ferro da stiro, phon, aspirapolvere, aerosol, piastre elettriche ecc. Questa seconda ipotesi và effettuata solo con attrezzi isolanti come ad esempio un bastone di legno asciutto manico di scopa , una coperta avvolta più volte, ecc..

Ad esempio il contatto tra un conduttore in tensione e il palmo della mano determina la chiusura indesiderata e incontrollabile della mano che rimane per questo attaccata al punto di contatto.

I singoli atti respiratori avvengono per la contrazione dei muscoli intercostali e del diaframma che con il loro movimento variano il volume della cassa toracica. Durante l'elettrocuzione per i medesimi motivi che determinano la tetanizzazione i muscoli si contraggono e non consentono l'espansione della cassa toracica impedendo la respirazione.

Se non si elimina velocemente la causa della contrazione e se non si pratica in seguito a evento di notevole intensità la respirazione assistita il soggetto colpito muore per asfissia. In questo caso un tempestivo massaggio cardiaco offre qualche possibilità di recuperare l'infortunato, altrimenti destinato a morte sicura.

USTIONI Sono la conseguenza tanto maggiore quanto maggiore è la resistenza all'attraversamento del corpo da parte della corrente che, per effetto Joule determina uno sviluppo di calore. Normalmente le ustioni si concentrano nel punto di ingresso ed in quello di uscita della corrente dal corpo in quanto la pelle è la parte che offre maggiore resistenza.

Il deposito di particelle metalliche soprattutto rame rappresenta un reperto frequente lasciato dal conduttore sulla cute metallizzazione. Le alterazioni cutanee del marchio elettrico e gli effetti della metallizzazione resistono ai fenomeni putrefattivi e sono quindi osservabili anche a distanza dalla morte.

Dal punto di vista anatomo-patologico si rileva congestione, edema e talora emorragie polmonari; lisi e frammentazione della mielina, emorragie puntiformi del tessuto miocardico e necrosi ischemiche. Le ipostasi sono estese ed accentuate e la putrefazione è rapida.

Anche il rigor è intenso e precoce a causa della tetanizzazione muscolare che precede la morte. Il magistrato di turno della procura genovese, Francesco Cardona Albini, ha raccolto le prime testimonianze in particolare del collega di Stefano anch'egli dipendente della ditta Temar di Chiavari che aveva il compito di ripristinare l'impianto elettrico dei capannoni da poco rilevati dalla società Comer.

La seconda indagine è svolta dall'Asl 4 Chiavarese che ha un reparto di esperti nella sicurezza sul lavoro e nel rilevamento dopo infortuni. La salma di Stefano Strada è stata trasportata a San Martino di Genova a disposizione della magistratura.


simile