Adsboel.net

Adsboel.net

Registro carico scarico rifiuti sanzioni

Posted on Author Memuro Posted in Multimedia

COMPILAZIONE E GESTIONE DEI. compilazione dei registri di carico scarico dei rifiuti e dei formulari di di ricostruire le informazioni dovute, si applica la sanzione amministrativa da a Sanzioni per mancata o inesatta compilazione dei registri di carico e scarico dei rifiuti, dei formulari di identificazione dei rifiuti o per false. SANZIONE ACCESSORIA. Omessa Omessa od incompleta tenuta dei REGISTRI di. Carico/Scarico per rifiuti NON PERICOLOSI in imprese con 15 o più.

Nome: registro carico scarico rifiuti sanzioni
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 23.73 Megabytes

Rifiuti di varia natura che si trovano nelle aree denominate pubbliche o lungo le strade. Rifiuti domestici. Rifiuti vegetali, che sono stati prodotti in zone verdi come parchi, giardini, cimiteri. I rifiuti speciali invece sono quelli che nascono da lavorazioni industriali, attività commerciali, attività sanitarie, apparecchi non funzionanti, mezzi a motore, rimorchi ecc.

Infine sono considerati pericolosi quelli che a causa di particolari lavorazioni hanno al loro interno sostanze che sono molto dannose e inquinanti, ad esempio i rifiuti prodotti dalle industrie metallurgiche, fotografiche, chimiche, petrolchimiche, tessili, gli oli esauriti ed i solventi.

Queste sostanze devono essere accuratamente trattate in modo da diminuire notevolmente la loro pericolosità. Violazione della tenuta dei registri Come è stato già detto in precedenza coloro che non compilano correttamente il registro carico e scarico rifiuti sono puniti con una sanzione amministrativa da 2.

Resta fermo che il trasporto di rifiuti urbani effettuato da un centro di stoccaggio a un centro di smaltimento o recupero deve sempre essere accompagnato dal formulario di identificazione; o deve essere emesso un formulario per ciascun rifiuto quale risulta individuato dal codice CER e dalla descrizione. A tale ultimo fine, al punto 4 del formulario, voce "Descrizione".

L'esclusione dall'obbligo della predetta iscrizione deve risultare dall'apposita dichiarazione riportata in fine del punto 3 della prima sezione del formulario. A tal fine il produttore che effettua il trasporto deve barrare l'apposita parentesi inserita dopo le parole "trasporto di rifiuti non pericolosi prodotti nel proprio stabilimento" e dopo la preposizione "di" indicare il luogo e lo stabilimento di produzione dei rifiuti trasportati.

Ovviamente quando i rifiuti non pericolosi sono trasportati dallo stesso soggetto che li ha prodotti, il punto 3 del formulario, non deve essere compilato, limitatamente ai seguenti dati identificativi; "Trasportatore del rifiuto La medesima procedura si applica agli imprenditori agricoli nei casi previsti dall'articolo 3 del Dlgs 30 aprile , n. Inoltre, dovrà essere contrassegnata la casella " " relativa alla voce "Peso da verificarsi a destino" nel caso in cui per la natura del rifiuto o per l'indisponibilità di un sistema di pesatura si possano, rispettivamente, verificare variazioni di peso durante il trasporto o una non precisa corrispondenza tra la quantità di rifiuti in partenza e quella a destinazione; u il trasporto di olio minerale usato deve essere accompagnato anche dall'allegato F al Dm 16 maggio , n.

Fiscale, N. Albo , dei diversi mezzi utilizzati Es. In caso di trasporto misto es. In caso di trasbordo parziale del carico su mezzo diverso effettuato per motivi eccezionali, il trasportatore dovrà emettere un nuovo formulario relativo al quantitativo di rifiuti conferito al secondo mezzo di trasporto.

Sul primo formulario di identificazione, nello spazio per le annotazioni, dovrà essere apposto il codice alfanumerico del nuovo formulario emesso e gli estremi identificativi del trasportatore che prende in carico i rifiuti. Al produttore dovrà comunque essere restituita la quarta copia del primo e del secondo formulario emesso; z nel caso in cui il trasporto riguardi fanghi di cui al decreto legislativo 27 gennaio , n.

Rifiuti. Registro carico e scarico (sanzioni amministrative)

Per ubicazione dell'esercizio, si intende: - la sede dell'impianto di produzione, di stoccaggio, di recupero e di smaltimento di rifiuti o la sede operativa delle imprese che effettuano attività di raccolta e trasporto, intermediazione e commercio di rifiuti; - la sede di coordinamento organizzativo o centro equivalente di cui all'articolo 12, comma 3, del decreto legislativo 5 febbraio , n.

I medesimi soggetti devono tenere, inoltre, il registro previsto dal regolamento di cui al D. Tra i due registri esiste un evidente rapporto di integrazione.

Pertanto, al fine di evitare inutili appesantimenti burocratici connessi all'annotazione in entrambe i registri della presa in carico e dello scarico dei veicoli avviati a demolizione, si ritiene che i soggetti che svolgono attività di autodemolizione ai sensi dell'art.

In tali casi il "numero di registro" da apporre sul formulario di trasporto dei veicoli avviati a demolizione, sarà quello relativo all'annotazione sul registro di cui al D. Analogamente, i concessionari di veicoli potranno annotare la presa in carico e lo scarico dei veicoli da avviare alla rottamazione nel predetto registro di cui al D. In tal caso dovranno essere barrate le caselle corrispondenti alle attività svolte.

Chiunque effettua il trasporto di rifiuti senza il formulario di cui all'articolo ovvero indica nel formulario stesso dati incompleti o inesatti e' punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da milleseicento euro a novemilatrecento euro.

Si applica la pena di cui all'articolo del codice penale nel caso di trasporto di rifiuti pericolosi.

Tale ultima pena si applica anche a chi, nella predisposizione di un certificato di analisi di rifiuti, fornisce false indicazioni sulla natura, sulla composizione e sulle caratteristiche chimico-fisiche dei rifiuti e a chi fa uso di un certificato falso durante il trasporto. Se le indicazioni di cui ai commi 1 e 2 sono formalmente incomplete o inesatte ma i dati riportati nella comunicazione al catasto, nei registri di carico e scarico, nei formulari di identificazione dei rifiuti trasportati e nelle altre scritture contabili tenute per legge consentono di ricostruire le informazioni dovute, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da duecentosessanta euro a millecinquecentocinquanta euro.

La stessa pena si applica se le indicazioni di cui al comma 43 sono formalmente incomplete o inesatte ma contengono tutti gli elementi per ricostruire le informazioni dovute per legge, nonche' nei casi di mancato invio alle autorita' competenti e di mancata conservazione dei registri di cui all'articolo , comma 1, o del formulario di cui all'articolo Nota all'art.


simile