Adsboel.net

Adsboel.net

Scarico lavandino lento

Posted on Author Barisar Posted in Software

Ho usato mr muscle (2 flaconi) la ventosa ma lo scarico del lavandino della cucina è lento. ho pulito tutti i tubi sotto al lavandino e vedendo. Aloha! puntualmente ogni anno ho un problema con il lavandino in cucina che si tappa per via di uno scarico lento nella parte finale del tubo. Mi è capitato spesso di leggere in rete soluzioni per sgorgare lavandini intasati; a casa mia capita di frequente che si otturi qualche tubatura e. Il lavello della cucina è un elemento fondamentale, che non viene apprezzato fino a quando non si verificano dei problemi. Uno scarico ostruito può essere.

Nome: scarico lavandino lento
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 66.20 Megabytes

Aggiungo un 'altra cosa RiccardoS per acque "Bianche" si intendono le acque provenienti dai pluviali per "nere" le altre L'unica cosa da fare è smontare il water, di solito ci sono 2 viti per terra da mollare, ed il collegamento con la sciaquone. Il tutto è abbastanza semplice. Una volta che hai accesso direttamente allo scarico del water, cerca di capire cosa lo ostruisce caso classico:un assorbente A me è capitato di doverci infilare un braccio con quanto di gomma ovviamente per estrarre il "tappo" cerca di non "spingerlo" con un bastone ma di estrarlom altrimenti rischi di fare il danno.

Pompi un po' di volte e si dovrebbe liberare

E risolvi.

Poi ha già provato , mi pare. Se non se la sente basta chiamare un idraulico. Cmq reagiscono fra di loro già nello scarico, poi ci pensa il depuratore Quando è successo a me l'ingorgo influenzava solo la doccia, probabilmente era nel canale doccia-water Zerk , Essendo il bagno nuovo, potrebbe essere un problema strutturale, molte volte gli idraulici utilizzano degli adattatori di sezione tra water e tubo di scarico, i quali favoriscono l'accumulo di sporcizia.

Già, anche la poca pendenza talvolta è un problema. Poi ancora un po' di acqua molto calda.

Come sturare il lavandino con la Soda caustica

La soda caustica sciogliendosi libera calore. Se l'acqua è già calda potrebbe adirittura raggiungere l'ebollizione.

In cucina, invece, a generare il problema sono soprattutto i rifiuti alimentari ed i detersivi per i piatti. Nei casi più gravi, è necessario ricorrere all'intervento di un idraulico mentre in situazioni meno disperate è possibile risolvere la faccenda da soli, con il fai da te.

Rimedi fai da te per sbloccare lo scarico del lavandino I rimedi per riuscire a sbloccare lo scarico del lavandino otturato con un fai da te abbastanza facile e veloce possono essere di tipo meccanico e di tipo chimico. Nel primo caso, vengono utilizzati appositi strumenti, come ad esempio lo sturalavandino a ventosa, lo sturalavandino a molla, oppure la pistola, che consentono di eliminare gli elementi esterni che hanno determinato il blocco.

Sul mercato sono disponibili diversi rimedi chimici.

Tra questi molti sono acidi e per il loro utilizzo è necessario verificare che i componenti non vadano a danneggiare il materiale dello scarico. In ogni caso, è sempre raccomandato seguire attentamente le indicazioni presenti sull'etichetta ed indossare per precauzione un paio di guanti di gomma per evitare lesioni della pelle. Tra i prodotti più efficaci va menzionata anche la soda caustica, da maneggiare con molta attenzione vista la sua azione altamente ustionante.

Ma come utilizzare i vari rimedi? Quello più semplice da maneggiare è senza dubbio lo sturalavandino a ventosa ed è a lui che pensiamo ogni volta che lo scarico si ostruisce e dobbiamo intervenire.

Prima di applicarlo nel lavello infatti è necessario togliere l'eventuale acqua stagnante e farne scorrere un po' dal rubinetto per favorire l'emersione di eventuali oggetti e sporcizia più superficiali. Dopo aver eliminato di nuovo l'acqua, poi, bisognerà chiudere perbene il piccolo foro presente sull'estremità del lavello in corrispondenza del rubinetto utilizzando un semplice pezzetto di stoffa.

A questo punto, potremo appoggiare la ventosa sul buco facendola aderire bene e muovere lo sturalavandino su e giù.


simile